A Brescia c’è l’inceneritore più grande d’Italia dove vengono incenerite 750.000T/anno di rifiuti.
La produzione di rifiuti, in costante diminuzione per l’avvio in tanti comuni della raccolta differenziata Porta a Porta tra capoluogo e provincia è di 270.000 T/anno.
Significa quindi che oltre la metà dei rifiuti inceneriti provengono da fuori provincia e addirittura da altre regioni.
Rispetto al Silla, l’inceneritore di Milano, che tra l’altro è dotato di un sistema di filtrazione dei fumi molto più efficiente e moderno, il nostro ha una capacità inceneritoria doppia; nonostante che nella provincia di Milano gli abitanti siano tre volte più numerosi dei bresciani.
Che l’inceneritore alimenti il teleriscaldamento è un luogo comune che ogni cittadino può verificare.
Accanto all’impianto di incenerimento sull’altro lato della tangenziale c’è l’ impianto multicombustibile (quello con i camini bianchi e rossi) che fornisce al teleriscaldamento, nel periodo invernale, circa il 50 % del calore. Questo impianto viene alimentato da metano e carbone, combustibili fossili messi all’indice alla COP 21 di Parigi come pesantemente corresponsabili dei cambiamenti climatici.
L’articolo 35 dello (blocca) sblocca Italia ha reso anche questo inceneritore con recupero energetico impianto di piano; creando di fatto la possibilità che nella nostra città vengano conferiti rifiuti urbani tal quale provenienti da tutta Italia aggravando ulteriormente la qualità dell’aria (qualsiasi combustione emette diossine PCB e residui di metalli pesanti ; checché ne dica il presidente Valotti) anche per effetto del trasporto (tutto su gomma) di questi rifiuti.
Una nota curiosa che però descrive bene la logica di A2A e dell’atteggiamento della giunta comunale.
In occasione dell’avviamento del nuovo sistema di raccolta, Aprica si è dovuta dotare di 40 nuovi automezzi con compattatore a bordo (per i cassonetti residui di indifferenziato e di umido) e di 46 autocarri leggeri per lo svuotamento dei bidoncini. Come pensate che vengano alimentati questi mezzi che circoleranno 24 ore al giorno in città ? Elettricamente ?? Magari. Con Metano ?? No no. A GASOLIO.
Richiesto di spiegare perché, Valotti presidente di A2A, ci ha risposto che sono EURO 6. Speriamo non come quelli di una famosa casa automobilistica tedesca. E sapete perché non per lo meno a Metano ? perché sarebbero costati 500.000 euro in più. Pare quasi che la qualità dell’aria che respiriamo a loro non interessi.
Facessero pagare a loro le spese per le cure sanitarie di coloro che si ammalano per l’inquinamento …
Questa è un’altra delle ragioni per partecipare alla marcia del 10 aprile e chiedere a gran voce BASTA VELENI. Vogliamo vivere. Basta veleni
Roberto Bussi

source

PC Board Maker in Italia

FIMA

FIMA is an Italian corporation running since 1974 on the superior Circuit Board sector. The 5,000 m2 manufacturing facility is positioned in Vicenza – in the Veneto northern region of Italy in which FIMA has a team of highly trained experts engaging a top-flight multinational market.

While being a technology innovation leader for many years, At present FIMA is a best producer using the most advanced factories designed for the production of rigid and rigid-flex prime quality Circuit Boards in the quickest turnaround time. Entrusted by the main European partners in electronics, FIMA is the Circuit Board Firm of preference any time quality and quick response are vital business factors.

Contact with Us

Telephone Number: +39 (0)444 570277
Telephone Number: +39 (0)444 1429767
Fax: +39 (0)444 570204
Inbox: info[at]fimaweb.com

Founded on : http://fimaweb.com/

TECNOMEC Srl

Founded in 1977, Tecnomec srl has constantly expanded year after year having the capability to avail itself of the best technology and knowledgeable team members, indispensable to offer a reliable product. The characteristics of Tecnomec is to manufacture small-medium series of PC Boards, monolayer, double layers, multilayers flexible and rigid-flexible with blind and buried holes, blind milling, with any kind of surface treatment and final protection and with certified electrical test.

Location:

TECNOMEC Srl
Via Melaro, 11 36041 Alte di Montecchio Maggiore
Vicenza – Italy
P.IVA 00582480240

Telephone Number. +39 0444 694333 – Fax +39 0444 698322 – Inbox: info[at]pcb-tecnomec.com www.pcb-tecnomec.com

Alba Elettronica srl

It’s been crafting its history since 1989 in a change regularly market. It is powered by complete new technology: in terms of service, to meet up with most up-to-date customer needs, in terms of production, to solve the rapid rise in the intricacies of the printed circuit board, and in terms of organization, to merge optimization with speed and flexibility.

www.alba-pcb.com
via Leonardo Da Vinci ,3, Mogliano Veneto – 31021, Treviso – ITALIA

SOMACIS

For over 4 decades, SOMACIS has been a dynamic company producing high-tech PC Boards and bringing innovative solutions. SOMACIS, headquartered in Italy, is one of the leading PC Board manufacturing businesses, with more than Seven-hundred staff members and production plants in Italy (SOMACIS SPA), USA (Hallmark Circuits, Inc.) and China (DSG PCB Co., Ltd.).

somacis.com
Via Jesina, 17 – 60022 Castelfidardo (AN) Italy

Elco PCB

Elco PCB has produced printed circuit boards since the year 1970. Elco PCB has reached the top of the European Union market in recent times due to superior leadership and proper conclusions. At this time Elco PCB is an worldwide director in PC Board production with plants in Italy, France, Spain and China and is acquiring and maintaining market share as a international provider.

http://elcopcb.com
Via Turanense Km. 44,829, 67061 – Carsoli (AQ)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *